Ettore Zanca

Ettore Zanca, nato a Palermo nel 1971, divide la sua vita tra vari posti d’Italia, tifa Palermo, Samp e Torino. Ama per ragioni di cuore La E, la R, i ragni, i gatti e gli asterischi. Innamorato della sua città natale, Palermo. Scrive di calcio per il blog Io Gioco Pulito. Per Repubblica ha scritto “quel sottile filo rosa e granata” e “il viaggio”. Ha scritto “Zupì e gli infedeli, la favola di Don Pino Puglisi” e “Vent’anni” per Coppola Edizioni, con cui ha vinto il premio per la legalità Torre dell’ororologio 2012. Ha vinto il premio speciale “Fame di Parole” della Società Italiana di Psicologia e Criminologia con il racconto “Meglio Essere Peter Parker", sui disturbi alimentari. Ha scritto “Oltre la linea bianca” per Urban Apnea, "Zisa Football Club" per Cartacanta e "Stiamo arrivando" per Gemma Edizioni. Il suo ultimo romanzo è “E vissero tutti feriti e contenti”, per Ianieri Edizioni.


Crede tutto sommato che questo mondo si possa cambiare solo ascoltandosi e aiutando chi non deve essere lasciato solo. La vita è un circo, pieno di belve in abito buono e mostri apparenti dal cuore grande.